Leadership: il tempo per pensare

Caro Leader, hai in mente un’idea di miglioramento, un cambiamento che vuoi realizzare?

Stai pensando ad un evoluzione per la tua Azienda o per il tuo team ma non hai chiarezza su come iniziare, e vedi sfocato e confuso anche il punto d’arrivo?
Sei, forse, in una fase in cui sai di poter migliorare qualcosa ma non hai ancora messo a fuoco esattamente cosa , e sei fermo ai blocchi di partenza?

Se ti trovi in questo punto, è un momento delicato.
Il rischio è che il turbinio delle priorità e delle urgenze ti assorba, portando in secondo piano le tue buone intenzioni e le tue buone intuizioni sul cambiamento che vuoi realizzare. Oppure corri il rischio che vincoli, ostacoli e automatismi ti portino a focalizzarti su ciò che è importante e urgente, mettendo in sordina ciò che è altrettanto importante ma non urgente.

In questo punto delicato, ci sono due vie possibili: una via tossica che farà prevalere vincoli, ostacoli e urgenze, e che gradualmente ti farà accantonare la tua idea di rinnovamento; una via realizzativa che darà spazio alle tue idee innovative e vedrà prevalere la tua capacità di far accadere le cose.

Per evitare la via tossica, sappi che c’è un antidoto, un primo passo concreto per superare questo momento di stallo. E l’antidoto è rallentare, fermarti a fare chiarezza, a mettere a fuoco ciò che desideri realizzare, per capire meglio qual è il tuo punto di partenza e dove vuoi arrivare.

Se pensi che il cuore pulsante della Leadership sta proprio nell’ intraprendere strade nuove, andando oltre le rotte già battute; se ti concentri sul fatto che Leadership è capacità di creare il futuro che desideri, allora la battuta di inizio è necessariamente quella di capire in che punto sei adesso, e identificare il punto in cui vuoi arrivare domani, lungo il nuovo percorso che sceglierai di fare.

L’ antidoto all’ immobilismo è quindi quello di prenderti tempo per pensare, rallentare, osservare con occhi nuovi e ascoltare profondamente. Ascoltare chi ti circonda, per rafforzare le tue intuizioni; ascoltare te stesso, per rendere il tuo pensiero più chiaro e pulito, più lucido e finalizzato.

Per aiutarti a fare più chiarezza sulle tue idee e sul punto in cui sei, ti propongo un set di domande adatte a mettere a fuoco qualsiasi sfida di cambiamento evolutivo tu abbia in mente.
Ti aiuteranno ad aprire un canale di ascolto con te stesso, ad alzare lo sguardo dall’operatività e a focalizzare il valore che realmente vuoi creare per la tua comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *