A Leadership Journey

                                                          “La verità è che noi tutti abbiamo un enorme potenziale creativo che aspetta di essere portato alla luce”                        Tom & David Kelly                                                                                                                                                                                                                  

Un Leader, oggi, può forse fare a meno di attivare e utilizzare al meglio l’intelligenza, le idee e la creatività dei Team e di ogni singola  risorsa umana che operi all’ interno dell’organizzazione?

Non c’ è forse, in ogni Leader, un disperato bisogno di quel pensiero creativo e collettivo che arriva dalle Persone quando sono opportunamente coinvolte e stimolate, rese partecipi di obiettivi, risultati, sogni, visioni future da realizzare?

E se il cuore della questione fosse proprio questo? Se l’uovo di Colombo fosse l’emersione di tutti questi contributi all’interno delle Organizzazioni?

Certo non è questo che la cultura manageriale ci ha insegnato a fare! La “managerialità” è abituata a dirigere, comandare, controllare, monitorare, organizzare, ottimizzare, dire cosa fare.

Eppure, come ignorare che c’è una conoscenza collettiva che arriva dalla Persone e che è il vero propulsore della generazione di valore?

La sfida, dunque, potrebbe essere quella di ripensare e ridisegnare la propria Leadership per poter favorire l’emergere dei contributi di Tutti all’interno delle Organizzazioni.

A questo tipo di Leadership fortemente innovativa ci si avvicina per gradi, attraverso un percorso, una sorta di Viaggio d’ esplorazione e di ricerca che è anche una sfida professionale e umana.

La  mia proposta metodologica per rafforzare la Leadership ti fa viaggiare attraverso una grande mappa a forma di U ( una mappa grafica e concettuale presa in prestito dalle teorie di Otto Sharmer!)

Il viaggio verso questo genere di Leadership inizia solo quando si è disposti a entrare nella pancia di questa grande U, metaforica area inesplorata , sede di risorse preziose che non utilizziamo: idee generative, intuizioni, connessioni inaspettate, senso e significato di ciò che vogliamo realizzare.

Come tutti i Viaggi che contano, anche questo itinerario chiede tempo e attenzione per osservare, comprendere veramente cosa serve, a se stessi come Leader, alle Persone e al “sistema” organizzativo.

Scendere in questa grande U Significa, in qualche modo, ricontattare il proprio spazio interiore se stai lavorando su te stesso; oppure, se stai facendo un percorso di Team, significa entrare insieme ai tuoi colleghi, nello spazio di significato che è comune al Team: quello spazio in cui capiamo cosa veramente conta, cosa realmente vogliamo fare, chi e cosa vogliamo essere come Individui e  come Team…e quale futuro vogliamo realizzare insieme.

Per far questo, occorre mettersi in gioco profondamente e lasciare alle spalle facili giudizi, pregiudizi, schemi mentali consolidati e automatismi, false sicurezze che arrivano dal ‘fare come abbiam sempre fatto’.
Man mano che si procede lungo il viaggio, lo sguardo si rinnova, si inizia a vedere ogni cosa con più ampiezza e profondità, con più nitidezza di pensiero.

Nella  consapevolezza del Leader, si fa  gradualmente spazio qualcosa di nuovo: arrivano risposte nuove, intuizioni importanti, cadono impedimenti e ingannevoli scorciatoie mentali.
Visione e direzioni da prendere iniziano ad apparire più chiare.

La mente diventa più aperta e creativa, la sfera emozionale diventa più limpida e intensa e quella della volontà si rafforza, diventa coraggio di dar forma a idee nuove e generatrici di valore.
Si chiariscono l’intenzione profonda e le cose importanti e “giuste” da fare.

Infine,  una volta contattato questo punto profondo, generativo e creativo del proprio spazio interiore o dello spazio generativo del Team, nuove comprensioni e consapevolezze emergono, naturalmente, come un getto di energia realizzativa, e aiutano a fare quei passi giusti, ne di più, né di meno, per inizire a plasmare il futuro che si desidera.

Seguimi su Lead More per saperne di più.